Guardare il mondo
con occhi speciali

Nel 2021 Fondazione Italiana per l’Autismo ha deciso di redigere il suo primo Bilancio Sociale. Questa decisione è nata dalla volontà del Presidente e del Consiglio di Amministrazione di rendicontare in modo puntuale e strategico la ricaduta sociale delle attività della Fondazione sul territorio nazionale.

L’unione di tanti punti di vista

Siamo una fondazione che aggrega associazioni di familiari di persone con autismo, associazioni di persone con disabilità, società scientifiche, fondazioni private senza scopo di lucro ed enti morali, che dal 2015 condividono l’obiettivo comune di promuovere una cultura attenta alle necessità e ai diritti delle persone con autismo. Dal 2020 la Presidenza del Consiglio dei Ministri sostiene attivamente le finalità della FIA esprimendo un membro nel Consiglio di Amministrazione.

I nostri obiettivi

Le realtà che hanno deciso di unirsi nella Fondazione, sono accomunate dalla volontà di promuovere una cultura attenta alle necessità e ai diritti delle persone con autismo. Per il perseguimento della Missione, gli obiettivi concreti a cui si tende sono:

L’impegno di FIA per un futuro sostenibile

Indicatore

Proporzione della popolazione target coperta dai servizi sanitari essenziali.

Obiettivo della Fondazione

Promuovere la ricerca in campo biomedico e pedagogico.

Attività

Attraverso il finanziamento di progetti di ricerca scientifica in campo biomedico, sull’intero territorio nazionale, FIA sostiene lo sviluppo di competenze sull’autismo diffuse tra i professionisti che operano all’interno dei servizi sanitari essenziali.

Indicatore

Tasso di completamento (scuola primaria, scuola secondaria di prima grado e di secondo grado).

Obiettivo della Fondazione

Promuovere la ricerca in campo biomedico e pedagogico.

Attività

Attraverso il finanziamento di progetti di ricerca nell’ambito dell’inclusione scolastica e delle metodologie didattiche, FIA fa in modo che ci sia una sostanziale riduzione di uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione delle persone con disabilità e autismo e che le scuole abbiano la possibilità di adottare i migliori ausili anche in termini informatici. Sensibilizza dunque il personale scolastico rispetto all’autismo.

Indicatore

Tasso di disoccupazione per sesso e persone con disabilità.

Obiettivo della Fondazione

Divulgare in modo semplice, ma con solide basi scientifiche, la condizione delle persone con autismo e gli interventi più efficaci.

Attività

Grazie a un lavoro di divulgazione e sensibilizzazione, FIA fa in modo che nel mondo del lavoro non manchi la partecipazione delle persone con autismo.

Indicatore

Ricercatori per abitanti.

Obiettivo della Fondazione

Selezionare e sostenere i migliori progetti di ricerca.

Attività

Attraverso il finanziamento di progetti di ricerca scientifica, sull’intero territorio nazionale, FIA sostiene e promuove lo studio e la conoscenza dei ricercatori.

Sosteniamo sguardi speciali

“Edo corre, vive a velocità doppia, scoppia di salute e di vitalità e lo grida per la strada o dovunque si trovi. Edo è sempre uguale a se stesso, l’ambiente non lo condiziona. Tocca oggetti, superfici e persone seguendo solo il suo istinto. A volte spaventa le persone intorno perché non ha freni, si muove veloce e parla da solo come se il mondo appartenesse tutto a lui. Non si cura dei giudizi o degli sguardi storti, cammina per la città come se fosse il re del mondo. Non sta zitto mai, ripete continuamente il mantra dei suoi suoni distorti e in reverse, mette la colonna sonora a ogni suo passo. E il volume è sempre al massimo.

Edoardo è un bambino autistico e va a scuola. Ha insegnanti di sostegno e educatori che lo seguono da vicino in ogni attività, in classe, a mensa e negli intervalli.

Edoardo ha un piano educativo individuale, ideato per lui su contenuti didattici, obiettivi, spazi e tempi adeguati e rispettosi delle sue caratteristiche di individuo. Non faranno mai per lui le divisioni con la virgola o lo studio dei riti funerari degli antichi Egizi, ma magari proprio oggi a fine giornata sarà pieno di orgoglio per aver imparato finalmente a fare il fiocco con i lacci delle scarpe!

L’autismo ti regala un cambio di prospettiva, e una lama ben affilata per liberarti delle scorie.

Edoardo fatica a capire le regole, la maggior parte di queste sono prive di senso per lui. Molte di queste sono prive di senso e basta, e lo scopri quando vivi con una persona con autismo”.

La mamma di Edoardo
protagonista dello spot FIA 2017

Promuoviamo la ricerca

Dalla sua nascita, ogni anno, la Fondazione Italiana per l’Autismo ha sostenuto progetti di ricerca su tutto il territorio italiano per un totale di 1.156.112,72 €, di cui 345.000 € nel 2021.

Le campagne di raccolta fondi e il 5×1000

A partire dal 2017 la Fondazione Italiana per l’Autismo effettua una raccolta fondi attraverso le firme del 5×1000. Questi contributi, in quanto erogati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono da considerarsi provenienti dall’ente pubblico. In questi primi 5 anni il trend registrato da FIA è da considerarsi assolutamente positivo in quanto si è sempre registrato un aumento rispetto al numero delle preferenze raccolte.

 Tra il 2019 e il 2020 si è registrata una diminuzione nell’importo totale in euro in quanto la media in euro per firma ricevuta è scesa da 31,64 € a 26,41 €. In tutti gli altri anni invece si è registrata una crescita anche a livello economico.

Via XX Settembre, 98/G – 00187 Roma
CF: 97842950582

Benefici fiscali per le persone fisiche

Così come definito dall’art. 83 del D. Lgs. 117/2017, al primo comma, le erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore a 30.000 € a favore di Fondazione Italiana per l’Autismo consentono una detrazione dell’imposta lorda pari al 30% della donazione effettuata.
Il secondo comma, prevede inoltre che le liberalità in denaro o in natura erogate dalle persone fisiche in favore di Fondazione Italiana per l’Autismo sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato.

Benefici fiscali per le aziende o enti

Le donazioni in denaro e natura a favore di Fondazione Italiana per l’Autismo sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato (rimosso il limite imposto dalla normativa precedente di 70.000 euro/annui).
Se la deduzione supera il reddito complessivo netto dichiarato, l’eccedenza può essere dedotta fio al quarto periodo d’imposta successivo.

Dott. Massimo Molteni


Neuropsichiatra infantile, è responsabile dell’Area Dipartimentale di Psicopatologia dell’età evolutiva e Direttore Sanitario Centrale dell’Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS Eugenio Medea di Bosisio Parini. Autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali in materia di autismo, adhd, dislessia, è anche professore a contratto presso l’Università degli Studi di Milano Statale, dove insegna alla scuola di specializzazione in NPIA.

Destina il tuo 5×1000

Con una sola firma sostieni la ricerca sull’Autismo

Progetti finanziati

Sosteniamo insieme la ricerca in campo biomedico e pedagogico

Bilancio sociale

Guardare il mondo con occhi speciali
Bilancio Sociale 2021

Destina il tuo 5×1000

Con una sola firma sostieni la ricerca sull’Autismo

Progetti finanziati

Sosteniamo insieme la ricerca in campo biomedico e pedagogico

Bilancio sociale

Guardare il mondo con occhi speciali
Bilancio Sociale 2021

Sostienici

Anche tu puoi fare in modo che ogni persona possa affermare la propria identità

Destina il tuo 5×1000

Con una sola firma sostieni la ricerca sull’Autismo

Progetti finanziati

Sosteniamo insieme la ricerca in campo biomedico e pedagogico

Bilancio sociale

Guardare il mondo con occhi speciali
Bilancio Sociale 2021

Direttore esecutivo
Avv. Francesca Lodigiani

Francesca Lodigiani, avvocato, è Direttore Esecutivo di FIA. Laureata con lode e dignità di stampa all’Università di Genova, dal 2015 è Of Counsel di RP Legal&Tax.

Dott.ssa Daniela Mariani Cerati

Laurea con lode in Medicina e chirurgia. Specialista in Farmacologia applicata. Coordinatrice forum Autismo e biologia. Consigliera di APRI.

Dott. Maurizio Elia

Il Dott. Maurizio Elia è Direttore dell’U.O.C. di Neurologia e Neurofisiopatologia Clinica e Strumentale dell’IRCCS “Oasi Maria SS.” di Troina (EN).

Prof. Antonello Persico

Professore di I Fascia in Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza, Università di Modena e Reggio Emilia.

Prof.ssa Tamara Zappaterra

Prof.ssa Associata di Didattica e pedagogia speciale, Prorettrice alla diversità, equità e inclusione, Università di Ferrara.

Prof. Benedetto Vitiello

Professore ordinario di Neuropsichiatria Infantile all’Università degli Studi di Torino

Dott. Giacomo Vivanti

Professore Associato e Direttore dell’Early Detection and Intervention Program, AJ Drexel Autism Institute, Drexel University, Philadelphia. Honorary Research Fellow, Olga Tennison Autism Research Center, Melbourne, Australia. Associate Editor, Journal of Autism and Developmental Disorders.

Prof. Lucio Cottini – Presidente

Professore ordinario di “Didattica e Pedagogia speciale” (M-PED 03) presso l’Università di Urbino (Dipartimento di Studi Umanistici – DISTUM).
Direttore del Corso di Specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità dell’Università di Urbino.
Coordinatore del Corso di Studio in “Scienze della Formazione Primaria” dell’Università di Urbino.
Presidente del Coordinamento Nazionale dei Direttori dei Corsi di Scienze della Formazione Primaria.
Direttore del Centro Socio-educativo “Francesca” di Urbino.
Direttore della rivista “Giornale Italiano dei Disturbi del Neurosviluppo. Buone prassi nella scuola, nella clinica e nei servizi”.

Prof. Giuseppe Elia

Prof. Giuseppe Elia già professore di Pedagogia generale e sociale presso l’Università degli Studi A. Moro di Bari.
Attualmente riveste la carica di componente del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Pedagogia (SIPED).

Prof. Flavio Fogarolo

Insegnante in pensione, si occupa a livello personale di didattica e organizzazione dell’inclusione scolastica.

Dott. Giovanni Geninatti

Medico Chirurgo.
Neuropsichiatra Infantile.
Dottore di Ricerca nei Disturbi dello Spettro autistico.
Consulente presso il Centro di riabilitazione del Presidio Sanitario San Camillo di Torino.

Prof. Fiorenzo Laghi

Professore ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, Sapienza, Università di Roma.

Prof.ssa Antonella Valenti

Ordinaria di Didattica e Pedagogia speciale dell’Università della Calabria.
Direttrice Corsi di specializzazione per il sostegno.
Delegata del Rettore per gli studenti con disabilità/DSA.
Attività didattica e di ricerca: Disturbi evolutivi in ambito educativo.

Compila il modulo per ricevere
il promemoria del nostro codice fiscale

Autorizzo Fondazione Italiana per l’Autismo a trattare i miei dati personali per le finalità espresse nell’informativa da me visionata*